Fu nell’estate del 1980 quella che oggi è l’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta - ORV - si rese per la prima volta protagonista della stagione lirica del Teatro Comunale di Treviso in seno al quale nacque, dimostrando subito la duttilità che da sempre la contraddistingue.
Fin dalla sua nascita, la compagine inizialmente denominata "Orchestra Filarmonia Veneta" si pose al servizio delle esigenze produttive teatrali , divenendo presto simbolo di una trevigianità apprezzata anche fuori dal contesto veneto. Noto e costante, infatti, il suo impegno nelle stagioni liriche del Teatro Sociale di Rovigo e in quelle di Operafestival di Bassano del Grappa, ma numerose sono anche le produzioni realizzate al Teatro dell'Opera Giocosa di Savona, al Teatro Vittorio Emanuele di Messina, al Teatro Comunale di Modena, al Teatro Dante Alighieri di Ravenna, al Teatro di Pisa, al Teatro Comunale di Bolzano, al Teatro Sociale di Trento, al Teatro Civico di Vercelli e al Teatro Comunale di Ferrara.
Dopo la sospensione delle attività del luogo deputato all’espressione della propria operatività, il Teatro Comunale di Treviso (avvenuta nell’aprile 1999) l’Orchestra si è costituita in Associazione autonoma, aggiungendo al nome originario di “Filarmonia Veneta” quello di “Gian Francesco Malipiero” e stabilendo la propria sociale presso il Teatro Sociale di Rovigo. Nel dicembre 2009 ha assunto l'attuale denominazione di "Orchestra Regionale Filarmonia Veneta" - ORV.

Il determinante sostegno finanziario della Regione Veneto ha consentito all’Orchestra di continuare nella sua attività lirico-sinfonica nel territorio regionale anche dopo la sospensione dell'attività produttiva del Teatro Comunale di Treviso e la Provincia di Treviso (che dal 2000 realizza un innovativo progetto di circuitazione concertistica che ha reso possibili oltre mille manifestazioni tra concerti sinfonici, musica da camera e lezioni concerto) ha dato e continua a dare un apporto determinante all’attività dell’Orchestra, sia in termini organizzativi, sia dal punto di vista economico.

Oltre a proseguire la sua attività presso i principali teatri italiani, l’ORV ha recentemente partecipato a numerosi festival ed è stata presente nei cartelloni di prestigiose istituzioni musicali italiane e non solo, quali i Concerti del Gonfalone a Roma, Mittelfest, Teatro La Fenice di Venezia, Teatro Dal Verme e Sala Verdi del Conservatorio di Milano, Politeama Rossetti d Trieste, Fondazione Cini di Venezia, Università di Pavia, i Teatri di Bolzano, Ferrara, Livorno, Modena, Pisa, Pordenone, Ravenna, Trento, Udine, Vercelli, Vicenza, Vichy e Massy (Francia),il Castello di Lancut (Polonia), il Festival di Mallnitz (Austria).

Dal 2001, inoltre, si sono costituiti all'interno dell'Orchestra numerosi ensemble strumentali ad organico variabile per la produzione di concerti di musica da camera. Un'offerta molto apprezzata da numerose istituzioni musicali pubbliche e private dove quartetti e quintetti di fiati, quartetti d'archi e altre formazioni espressamente costituite secondo gli organici previsti dai diversi programmi, si esibiscono sempre con grande successo.

Numerose le incisioni discografiche che l'ORV ha realizzato per le etichette Bongiovanni e Rivo Alto: ha registrato inediti di G.F.Malipiero sotto la direzione di Peter Maag, sinfonie e ouverture dalle opere di G. Verdi, musiche di F. J. Haydn e W. A. Mozart, l’oratorio Jephte et Helcana di B. Galuppi (prima registrazione assoluta), La notte di un nevrastenico e I due timidi di N. Rota (prima registrazione assoluta), Il Flauto Magico di Mozart nella versione italiana di De Gambera (prima registrazione assoluta) The Tell-Tale Heart di B.Coli (prima registrazione assoluta), nonché le opere La Forza del Destino di G. Verdi, L’Italiana in Algeri di G.Rossini, La Romanziera e l’Uomo Nero di G. Donizetti, Il divertimento dei Numi di G. Paisiello. Ha registrato per RAI 3 il Requiem di Fauré diretto da Giuseppe Grazioli, uno dei giovani direttori della Bottega di Peter Maag, oltre a musiche di Schumann e Beethoven, sotto la direzione di Patrick Fournillier.
Notevole il successo di due CD di grande impatto comunicativo prodotti recentemente con il sostegno della Provincia di Treviso: New York New York e Gran Galà di Capodanno, un “live” delle ultime edizioni dei concerti di Capodanno.

La stagione operistica 2010-2011 la vede protagonista di: “Carmen” (a Bassano del Grappa, Padova, Rimini, Rovigo e Trento), “Rigoletto” (a Padova e Rovigo), “L’Elisir d’amore” (a Rovigo e a Treviso), “Il Ratto del Serraglio” (a Pisa, Rovigo e Trento) e “Pinocchio” (a Bassano del Grappa).
Continua, inoltre, l'impegno dell'Orchestra e dei suoi Ensemble in decine di diversi programmi sinfonici e cameristici proposti prossimamente in numerose località italiane.